18 nov 2009

Il giro del mondo in una ricetta: Le capesante vestite di speck alla piastra e fior di sale della Camargue; gamberetti della Groenlandia saltati con erba cipollina, fieno greco, salsa d’ostrica, pepe di Sichuan e salvia ananas; insalata di alghe arame con salsa di soia, succo di lime e pepe lungo

capesante gamberi alghe - lapiccolacasa p

Lo ammetto un po’ strano e un po’ lungo questo titolo però esprime completamente il concetto del piatto; posso affermare che gli ingredienti utilizzati per questa preparazione arrivano proprio da tutto il mondo. L’idea è nata rovistando nel mio freezer e nella dispensa, mi capita spesso di acquistare qualche ingrediente e poi aspettarlo a preparare in altra data, in modo da immaginare una ricetta un po’ più particolare (credo che sia una delle deviazioni mentali tipiche dei food blogger, giusto?). Divagazione a parte, dopo una verifica della dispensa e del freezer ho trovato un po’ di ingredienti vari che avevo acquistato e non ancora utilizzato; pian piano mi è cominciata a balenare in mente un idea: perché non fare il giro del mondo in una ricetta? Detto fatto ho raccolto gli ingredienti e incominciato a pensare ai possibili abbinamenti: le capesante va de se con lo speck (sempre un ottimo abbinamento) e poi qualche grano di di fior di sale della Camargue (lo avevo comprato a slowfish se non ricordo male), i gamberetti della Groenlandia (presi da Ikea ….) li ho fatti saltare con un po' di erba cipollina del mio terrazzo, un po’ di fieno greco , salsa d’ostriche per il loro gusto di pesce e il pepe di Sichuan per il suo profumo di limone. Infine come … verdura ho utilizzate delle alghe arame ( condite con della salsa di soia giapponese, del succo di lime (viene da brasile) e del pepe lungo di Giava( lo avevo già usato in questa ricetta:  Genova fusion: Gola, riccetto e castagnetto in insalata con verde di cipollotti, sale rosso, pepe lungo e olio evo).

Ricapitoliamo la provenienza degli ingredienti:

Capesante: Francia

SpecK: Trentino

Fleur de sel de Camargue: Francia

Gamberetti: Groenlandia

Erba cipollina: il mio terrazzo

Pepe di Sichuan: Cina

Fieno greco: Medio Orrente

Salsa d’ostriche: Corea

Salvia Ananas: anche questa dal  mio terrazzo

Alghe Arame: Giappone

Salsa di Soia: Giappone

Lime: brasile

Pepe Lungo: Giava

 

quindi come si vede proprio un bel giro del mondo …

Ecco quindi la ricetta per preparare questo ottimo e gustoso piatto, ricco di sapore e dagli ingredienti, per alcuni aspetti, insoliti.

 

Ingredienti per 2 persone

8 Noci di capesante con il loro corallo

8 fette di speck

200 grammi di gamberetti

alcuni steli di erba cipollina

i succo di un lime

meta cucchiaino di polvere di fieno greco

un cucchiaio di salsa d’ostriche

salsa di soia

alcuni grani di pepe di Sichuan

3 foglie di salvia ananas

due manciate di alghe arame disidratate

Salsa di Soia

Fleur de Sel della Camargue

una gratta di pepe lungo (ha un profumo particolare)

Olio extra vergine di oliva

 

Far rinvenire le alghe disidratate in acqua bollente per almeno una decina di minuti quindi scolare e lasciare raffreddare.

rivestire le capesante ognuna con una fetta di speck, quindi farla andare su piastra ben calda aggiungendo un po’ di fior di sale, far cuocere per un paio di minuti girandole a metà del tempo, tenere quindi al cado.

Far saltare in una padella con poco olio i gamberetti con l’erba cipollina tagliata a tocchetti, le foglie di salvia ananas, i grani di pepe di Sichuan, la salsa d’ostrica, un po' di sale  e il fieno greco, cuocere per circa 5 minuti.

 

Sistemare i gamberi in una parte del piatto, poco distante disporre le capesante e dietro un po’ di alghe arame condendolo con salsa di soia, succo di lime e una grattata di pepe lungo.

Buon appetito  a tutte e tutto con questo strano piatto Giramondo!

come sempre allego la traduzione ( in parte ridicola) fatta con il traduttore di Google:

 

Around the world in a recipe: the scallops dressed in bacon and grilled flower of salt in the Camargue, the Greenland shrimp fried with chives, greek hay, oyster sauce, Sichuan pepper and pineapple sage, seaweed salad with arame soy sauce, lime juice and pepper along

I admit a bit 'strange and a bit' down this way, however, fully expresses the concept of the dish and I can say that the ingredients for this recipe comes right from around the world. The idea was rummaging in my freezer and pantry, I often buy some ingredients and then prepare to wait another day, so imagine a recipe a bit 'more special (I think it's a mental deviations are typical of food blogger, right?). Digressions aside, after a check of the pantry and the freezer I found a bit 'of various ingredients that I had purchased but not yet used, slowly I began to glimpse into the mind an idea: why not go round the world in a recipe ? Having said that I gathered the ingredients and started to think of the possible combinations: the scallops with bacon goes de se (always a good match) and then a few grains of fleur de sel in the Camargue (I bought a Slowfish if I remember correctly) , shrimp Greenland (taken from Ikea ....) I've blown up a bit 'of chives from my balcony, a little' hay greek, oyster sauce for their taste of the fish and Sichuan pepper for her scent of lemon. Finally ... as I used vegetable algae arame (seasoned with Japanese soy sauce, lime juice (comes from Brazil) and long pepper of Java (I had already used this recipe: Genoa fusion: Gola, Riccetto and castanets Salad with green onions, salt, red pepper and olive oil along evo).

 

Recapitulate the origin of ingredients:

Scallops: France

Speck: Trentino

The salt Fleur de Camargue: France

Shrimp: Greenland

Chives: my terrace

Sichuan pepper: China

Hay greek: Medium Orrente

Oyster sauce: Korea

Pineapple Sage: this too from my terrace

Seaweed Arame: Japan

Soy sauce: Japan

Files: Brazil

Long pepper: Java

 

so as you can see its a nice tour of the world ...

 

So here's the recipe for this excellent and tasty dish, full of flavor and the ingredients, in some respects, unusual.

 

Ingredients for 2 people

 

8 nuts scallops with their coral

8 slices of bacon

200 grams shrimp

few stalks of chives

the juice of one lime

half teaspoon of powdered hay greek

tablespoon oyster sauce

soy sauce

some Sichuan peppercorns

3 leaves of pineapple sage

two handfuls of dried seaweed arame

Soy sauce

a grating of long pepper (it has a particular scent)

Extra virgin olive oil

 

To revive the dried seaweed in boiling water for at least ten minutes then drain and let cool.

coat the scallops, each with a slice of bacon, then get her plate very hot, add a little 'of fine salt and cook for a couple of minutes turning half-time, then take the fall.

 

To blow a little oil in a pan with the shrimp with chives, cut into chunks, pineapple sage leaves, Sichuan peppercorns, oyster sauce, a bit 'of salt and hay greek, cook for about 5 minutes.

Place the shrimp in one part of the plate, arrange the scallops and not far behind a bit 'of algae arame seasoning with soy sauce, lime juice and some grated pepper long.

 

Bon appetit to all and everything with this strange dish Giramondo!

 

7 commenti:

Barbara ha detto...

Il titolo spaventa un po', ma nel complesso è un piatto variopinto e moooolto interessante, brava!!

max - la piccola casa ha detto...

forse è più corretto bravo :-)

virgikelian ha detto...

Ciao Max, hai fatto giochi di prestigio !!! Il risultato mi sembra eccezionale.
Virginia

lefrancbuveur ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
chiunquepuocucinare ha detto...

Senza parole... meraviglioso! Complimentissimi

ricette facili ha detto...

ben fatto Max!! complimenti per il tuo giro del Mondo! davvero creativo ;-)

felix, but not the cat ha detto...

Grande Max, ho visto il blog e le foto e mi hai entusiasmato! GRAZIE

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis