11 mag 2011

Le paste regionali: pecorare con cozze, fagioli neri e pancetta croccante

Pur ancora in trasferta in quel di Roma riesco finalmente a postare una ricetta che ho preparato pochi giorni  prima di partire, questa volta ho optato per della ottima pasta fresca che ho preparato poco prima di partire, in particolare ho scelto le pecorare di S. Agnello, si tratta di un tipo di pasta particolare a forma di anello,  volevo preparare una ricetta un po' particolare, un misto tra mare e monti, terra e acqua, ho penasto quindi che se la pancetta si sposa bene con le cozze (muscoli) e quest'ultime stan bene con i fagioli, per regola transitiva anche i fagioli stanno bene con la pancetta. Come fagioli ho scelto quelli neri sia per il loro colore sia per il loro gusto. Detto fatto mi son messo sotto, ho pensato ad una ricetta possibile ed ho cercato i vari ingredienti. La preparazione è un po' più lunga solo perché bisogna prima ammollare i fagioli, per il resto è molto semplice da preparare e vi assicuro molto gustosa, terra e mare si uniscono per aggiungere un ottimo sapore alla pasta. Anche la piccola Ginevra ha gradito molto volentieri mangiandosene una bella dose.

Ingredienti per due persone e una bimba di quasi tre anni (due e mezzo)

250 grammi di pasta fresca Pecorara di S. Agnello
150 grammi di pancetta
300 grammi di cozze (muscoli)
150 grammi di fagioli neri secchi
prezzemolo tritato
Olio extra vergine di oliva
sale marino
peperoncino

Sciacquare i fagioli neri e lasciarli in ammollo con abbondante acqua per almeno 6 ore, meglio ancora se una nottata intera.
Sbollentare in acqua salata e con una foglia di alloro per un'ora i fagioli neri. Nel frattempo in una padella far aprire  le cozze (5 - 6 minuti) a fiamma media, quindi estrarle dalla valva e metterle da parte, filtrare il liquido che hanno rialsciato durante la cottura e mettere da parte. Pulire velecomente la padella e farci abbrustolire la pancetta tagliata a straccetti, sinche non avrà preso una consistenza croccante. Levare la pancetta e metterla da parte, non pulite la padella perché si userà il grasso rilasciato dalla pancetta. Mettere su l'acqua per le pecorare e quando bolle aggiungere il sale e cuocerle per il tempo previsto. Scolare i fagioli e farli saltare in padella (unta del grasso che ha rilasciato la padella) insieme al liquido delle cozze e un filo d'olio evo, quindi dopo alcuni minuti aggiungere i muscoli (cozze) sgusciati. Al tempo scolare la pasta e versarla nella padella, aggiungere la pancetta (in questo modo rimarrà croccante) e se necessario qualche cucchiaio d'acqua di cottura, far saltare quindi su fiamma vivace per un paio di minuti. Servire al centro del piatto ed aggiungere una bella spolverata di trito di prezzemolo.

Buon appetito a tutte e tutti con questa ottima pasta regionale dove sapori di terra e mare si uniscono per arricchire il sapore del piatto!

7 commenti:

riccioli di cioccolato ha detto...

Bellissimo questo piatto, da provare... complimenti le tue ricette hanno sempre qualcosa in più.

max - la piccola casa ha detto...

x riccioli di cioccolato: grazie!!!

Rita & Mimmo ha detto...

Sinceramente resto perplesso da questo incontro a tre ma lo sperimenterò perché mi fido.

Tamtam ha detto...

Max dove eri finito, non ti vedo da diversi giorni....bella ricetta, mare, monti e...collina diciamo....saluti

Micaela ha detto...

buonissimo questo piatto.... da provare, me lo segno!

Fra ha detto...

Abbinamento perfetto...la proprietà transitiva non sbaglia mai ;D
Da provare assolutamente
Un abbraccio
fra

Patrizia ha detto...

Mi piacciono molto le sperimentazioni, e questa sposa sapori eccellenti! Hai un blog interessantissimo: avrò da leggere per un mese!!:)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis