23 apr 2013

Un fantastico crudo di carne : Tartare di chianina con Raspadura lodigiana, fave e rapanelli su riduzione di vermut rosso e miele.

Era un po' di tempo che volevo provare una piatto con la raspadura, ovvero il grana stagionato tagliato con l'apposito coltello, il granone lodigiano, che risulta così sottile da sciogliersi in bocca, e non scherzo perché mentre la prendevo dalla vaschetta, le piccola dita di Ginevra non facevano altro che infiltrarsi per rubarla ... e mangiarla, metà è sparita nelle sue fauci e anche in quella della mamma ... (Argh eh si che la vaschetta di Raspadura Bella Lodi ne contiene parecchio).   Dopo una lunga battaglia son riuscito a conservarne una buone dose per la ricetta che avevo in mente, avevo trovato un'ottimo sotto filetto di chianina dal mio macellaio e ho pensato di trasformarne una parte in tartare al coltello, Ginevra si esalta quando mi vede tritare la carne con in due coltelli, ed abbinare il tutto ad una verdura di stagione: le fave, noi genovesi ne andiamo matti, organizziamo delle gare in cui vince chi mangia più cassette di fave ... per dare una nota leggermente frizzantina e piccante o aggiunto dei ravanelli, logicamente la raspadura sopra la tartare (abbinamento fantastico), per controbilanciare ma rimanendo collegato al sapore dolce ho pensato ad una riduzione di vermuth rosso e miele acidulato con del succo di lime, ho quindi completato il tutto con del pepe nero e del sale grosso integrale, trovo che la grana grossa dia non solo del croccante ma sciogliendosi poi distintamente in bocca esalta la preparazione.

Il risultato è stato davvero fenomenale, gustoso, saporito, dolce e aspro, croccante e morbido, una signora tartare insomma! Ecco quindi la ricetta per preparare questo semplice ma delizioso piatto:

Ingredienti per due persone

300 grammi di sotto filetto di chianina
due rapanelli
fave fresche
Raspadura Bella Lodi
sale grosso integrale
pepe nero

per la riduzione
Vermut rosso
miele di acacia
succo di lime

Iniziare preparando la riduzione di di vermut rosso e miele, versando mezzo bicchiere di vermut, un cucchiaio di miele di acacia e il succo di mezzo lime in un padellino, scaldare quindi a fiamma bassa mescolando sino a quando non si è ridotto della metà, spegnere e lasciare intiepidire.

Lavare i rapanelli e tagliarli a tritarli leggermente, sbucciare le fave, tritare a tartare la carne con due coltelli quindi trasferire in un ciotola, aggiungere un po' di pepe nero macinato fresco e poco sale grosso integrale, un po' di raspadura e mescolare per bene, sistemare un coppa pasta ( ring ) al centro del piatto e  riempirlo con la tartare. Levare il ring e coprire con abbondante raspadura.  Versare di lato un po' di riduzione di vermut e miele, quindi spolverare tutto in giro con sale grosso integrale e pepe nero macinato.

Buon appetito a tutte e tutti

20 commenti:

CoCò ha detto...

ottimo quel formaggio davvero difficile resistere alla tentazione della vaschetta ma la tua ricetta lo esalta di sicuro ancor più

marina riccitelli ha detto...

mamma mia che ricettona!!! La carne cruda proprio non la mangio,ma questa è accompagnata a degli ingredienti veramente eccezionali! E poi la riduzione deve essere stata veramente una chicca!! Complimenti, mi è venuta voglia di assaggiare!!

Antonella Palomba ha detto...

ottima direi buonissima mangiata a cena con amici l'altro giorno complimenti a volonta' grazie

Rossana Ghiani ha detto...

direi che si presenta davvero bene questa tartare di chianina, la raspadura poi offre sicuramente quel tocco di gusto in più. complimenti!

Rocco Dragone ha detto...

wow complimenti, invitante e gustosa!!

Massimiliano Fattorini ha detto...

x cocò: grazie, effettivamente mia figlia me lo rubava via via che lo mettevo :-)

x marina riccielli: grazie, se la prepari fammi sapere le tue impressioni.

x antonella palomba: grazie

x rossanna: grazie proprio così!

x rocco dragone: grazie!

Love at every bite! ha detto...

mmm mi hai fatto tornare voglia di tartarre che non mangiato da parecchio!

Massimiliano Fattorini ha detto...

x love at every bite: grazie, e se per caso la prepari fammi sapere le tue impressioni!

Rosalba Lombardi ha detto...

Ciao eccomi qui nel tuo blog comlimenti! La carne cruda non la mangio, ma posso sempre prepararla per la mia trouppe che ne va ghiotta. :)http://mieleevaniglia.blogspot.it/

Sonia ha detto...

mi hai fatto venire famissima. poi io questi piatti così li amo alla follia

Simona Mastantuono ha detto...

CARO MASSI CHE MERAVIGLIA UN ABBRACCIO A TE E TUTTA L A FAMIGLIA

Giovyna ha detto...

Non ho mai assaggiato la carne cruda ma comunque il tuo piatto si presenta abbastanza bene!

Monica ha detto...

Complimenti!!! bel piatto!!! Ottimi ingredienti sapientemente scelti!!! Bravo!

simona giorgi ha detto...

La tartare si presenta benissimo, e la raspadura è uno dei prodotti più versatili che abbia mai provato, complimenti per gli abbinamenti fantastici

Rosa Forino ha detto...

io adoro questo prodotto facile nell'utilizzo e gustuso su qualsiasi cosa a presto rosa di kreattiva

Maria e Luigi Boiano ha detto...

Adoro questi prodotti soprattutto la raspadura, complimenti il tuo piatto sembra ottimo

Donatella ha detto...

Mi piace molto la carne soprattutto cruda e questa tua ricetta secondo me la valorizza molto, grazie.

laura ha detto...

ottima IDEA! mio marito ama la tartare la proverò!! :) Laura

Stefania Benedetti ha detto...

tartare e raspadura, un piatto di classe, comlimenti max

Anonimo ha detto...

mmmh!!! che bontà come resistere a prestissimo elisa di spicchi del gusto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis